KiDS4 video bambini cambiamenti climatici

KiDS4 è un canale YouTube per bambini e scuole che propone video didattici sui cambiamenti climatici e sui problemi ambientali.

I video trattano temi complessi in maniera ludica e leggera, mescolando linguaggi e registri diversi. La forza delle immagini rende i concetti più chiari per i bambini: i cambiamenti climatici, il riscaldamento globale, l’impatto ambientale del cibo, l’impronta idrica, il risparmio energetico, gli sprechi alimentari.

Inoltre, KiDS4 raccoglie dai bambini idee per il futuro e invenzioni per risolvere i problemi ambientali. Partecipare è facile, basta disegnare la propria idea: oggetti, macchine, giochi, app o qualsiasi altra cosa. Poi i bambini possono fare un breve video che descrive la propria invenzione per il pianeta e mandare tutto a questo link.

KiDS4 è uno strumento didattico per i bambini e le scuole primarie. Gli insegnanti possono utilizzare gratuitamente KiDS4 per la didattica a distanza e mostrare i video sui cambiamenti climatici ai bambini in classe. Possono coinvolgere i bambini e stimolare la loro creatività. I bambini possono ragionare sui video in classe e poi inventare qualcosa per risolvere i problemi ambientali. I video con le idee dei bambini saranno pubblicati sul canale YouTube e sui canali social del progetto, creando una mostra online delle visioni dei bambini. L’obiettivo è creare poi una mostra fisica in un prestigioso museo con le migliori idee dei bambini prototipate da designer e fablab.

KiDS4 videos for children about climate change - video per bambini sui cambiamenti cliamtici.

Riciclala kit didattico per le scuole

Riciclala! è il gioco della raccolta e del riciclo della plastica per le scuole primarie sviluppato da ilVespaio per Corepla – Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica. Spiega ai bambini la storia, le proprietà, la raccolta differenziata e il riciclo della plastica e stimola comportamenti virtuosi.

Riciclala! comprende:
– il kit, che può essere richiesto gratuitamente compilando il modulo. Il kit contiene: 32 carte con cui giocare in gruppo imparando le regole della raccolta differenziata e le proprietà della plastica; 2 cartoline per costruire piccoli personaggi riutilizzando tappi di plastica; la guida docenti, con le regole dei giochi (disponibile anche online a questo link). Un kit è riutilizzabile per più classi.
– il sito, che permette di approfondire le conoscenze scientifiche sull’argomento e comprende videotutorial e istruzioni per riutilizzare i tuoi imballaggi in plastica! Contiene inoltre una serie di video sulla plastica e  schede didattiche che possono essere scaricate e stampate dai docenti per le attività in classe.

L’apprendimento avviene attraverso il gioco e attività laboratoriali e creative da fare in classe o a casa. L’approccio è multidisciplinare e differenziato in base all’età dei bambini. È adatto a tutte le classi delle scuole primarie e per ogni attività è indicato il grado di difficoltà. Comprende una guida docenti che spiega i diversi giochi e aiuta ad orientarsi.

Riciclala è stato selezionato nell’ADI Design Index, ha vinto inoltre il premio Eccellenze della Lombardia e il Premio Aretè.

Kids Against Waste

Mostra ludica e interattiva per bambini sugli sprechi alimentari.

Kids Against Waste racconta cosa sono gli sprechi alimentari e come si possono ridurre attraverso giochi interattivi ed espone una serie di oggetti realizzati con materiali ottenuti dal riciclo di scarti agricoli e alimentari. Nasce da un’idea di Alessandro Garlandini e Clara Giardina.

Kids Against Waste è stata allestita al Muba – Museo dei Bambini Milano all’interno del programma di Expo 2015, ai Musei Civici di Reggio Emilia, alla Fondazione Golinelli di Bologna e al Longlake Festival di Lugano.

Toyssimi: 100 bambini + 100 designer = 100 giocattoli straordinari e anche di più

Progetto de ilVespaio con Scuola Tam Tam che ha visto la collaborazione fra 100 bambini e 100 designer coinvolti nella creazione del giocattolo dei loro sogni nel corso dei laboratori tenuti nei reparti pediatrici dei diversi ospedali milanesi e di altre città, nelle case-famiglia e nelle scuole. I 100 giocattoli sono stati esposti negli spazi della Balena al Triennale Design Museum di Milano.

Il progetto nasce da un’idea di Alessandro Guerriero, Sebastiano Ercoli e Alessandro Garlandini de ilVespaio e Linda Ferrari. Hanno aderito i reparti pediatrici dell’Istituto Ortopedico Gaetano Pini, dell’Ospedale Luigi Sacco e dell’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi, la Casa Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano, l’Ospedale Regina Margherita e CasaOZ di Torino. Si sono tenuti anche laboratori presso la Scuola Dadà di Milano, con Officina cambiodidestinazione di Pescara, presso una libreria per bambini di Milazzo con o2 Italia.

Designer coinvolti: Andrea Alessandri, Andrea Amadio, Enrico Azzimonti, Anna Barbara, Matteo Beraldi, Sara Bianchi e Andrea Zambardi – Atto, Arianna Bionda, Riccardo Blumer, Luisa Bocchietto, Francesca Bonfrate con Gianguido Saracino, Arianna Bordignon e Lucalberto Bordignon, Germana Borzellieri, Alessandra Botto, Andrea Brugnera, Carmen Carlotta, Francesca Casati – C12, Daria Casciani, Piergiorgio Caserini, Stefano Castiglioni, Federico Cavallera, Raffaella Cegna, Fausta Cerizza, Matteo Citterio, Alberto Colzani, Marta Comini, Bernardo Corbellini e Bice Dantona – Internotrentatre Studiocreativo, Claudio Cozzolino, Caterina Crepax con Emanuele Bestetti, Riccardo Curti, Nicoletta De Biasi, Lucia De Monte, Lorenzo De Rosa e Ernesto Iadevaia – Sovrappensiero, Paolo Delponte e Angela Tomasello – UNDUO, Daniela Dente, Marta Di Vincenzo, Anita Donna Bianco, Frida Doveil, Massimo Duroni, Luca Enaia, Stefano Erba, Sebastiano Ercoli, Eva Escoms Estarlich, Alice Evolvi, Francesco Faccin, Simone Fanciullacci e Antonio De Marco – 4P1B Design Studio, Cecilia Felli, Linda Ferrari, Gabriele Fiocco, Pietro Follini, Raffaella Formenti, Maria Fossati, Valeria Francescato e Alessia Pagotto – Sotterranea Officina Sperimentale, Alice Furioso, Galliano Gallo, Alessandro Garlandini, Dario Gaudio, Alberto Ghirardello, Gianluca Giabardo e Livia Rossi – Dossofiorito, Clara Giardina, Marta Giardini, Diego Grandi, Fabio Guida – Mg2 Architetture, Seçil Içke, Susanna Iraci, Vénera Kastrati, Anastasia Kucherova – Stefano Boeri Architetti , Jessica Lagatta, Francesca Lanzavecchia, Dario Lazzaretto, Flavia Lo Surdo, Cristina Lorenzi, Francesca Maccagnan, Gianfranco Maggio e Monica Scardecchia – Studio Pace 10, Abele Malpiedi, Alessandro Marelli, Eliana Maria Lorena , Cristina Mariani, Pierluigi Marzi, Daniela Maurer, Francesca Mezzatesta, Yari Miele, Stefano Mirti, Michela Mombelli, Francesca Morea – Plug Creativity, Tommy Muciaccia, Cinzia Munari, Artun Özguner, Daniele Papuli, Chiara Passigli, Aldo Petillo, Matteo Pont – Boumaka, Lorella Pozzi, Matteo Ragni, Sara Ricciardi, Giovanni Rivolta e Nicoletta Savioni – A4A Design, Fabio Rodaro, Sergio Romeo, Massimo Rosati, Stefano Rucci, Elena Salmistraro, Patrizia Scarzella, Iskra Sguera, Massimo Sirelli, Paolo Spadaccini, Maurizio Splendore, Giulia Stocco, Matteo Suffritti con Anna Rossettini, Sabrina Tajè, Rumiko Takeda, Antonia Teatino, Marco Terranova, Silvio Tidu – Yet Matilde, Raffaella Valsecchi, Nicoletta Veronesi, Valentina Zanardi, Maurizio Zorat.

Le foto dell’allestimento della mostra sono di Gianluca Di Ioia – La Triennale. Le foto dei laboratori sono di Alessia Pagotto, Francesco Cosmai, Luca Orioli e Sebastiano Ercoli.