Toyssimi: la mostra al Triennale Design Museum | Toyssimi: the exhibition at the Triennale Design Museum

Post image for Toyssimi: la mostra al Triennale Design Museum | Toyssimi: the exhibition at the Triennale Design Museum

La mostra:

Triennale Design Museum presenta negli spazi di TDMEducation – La Balena la mostra Toyssimi, che raccoglie i risultati della collaborazione fra 100 bambini e 100 designer coinvolti nella creazione del giocattolo dei loro sogni nel corso dei laboratori tenuti dalla Scuola Tam Tam in collaborazione con ilVespaio svoltisi nei reparti pediatrici dei diversi ospedali milanesi e di altre città, nelle case-famiglia e nelle scuole. Ogni designer coinvolto ha riempito una valigia dei materiali più disparati come corda, fil di ferro, mastice, legnetti, tappi di plastica, rifiuti, scarti di produzione ed ha incontrato un bambino con cui ha formato una coppia creativa. Durante i laboratori sono svaniti i ruoli tradizionali: chi è il maestro? Chi è l’allievo? Chi è il designer? E il bambino? Nel percorso creativo ogni designer ha lasciato sempre piena libertà e autonomia al bambino. In questo modo la fantasia si è sprigionata senza limiti e ha generato risultati imprevedibili e sorprendenti. I bambini si sono inventati così un giocattolo fantasmagorico, mirabolante, stupefacente e soprattutto unico.

I 100 giocattoli sono esposti negli spazi della Balena, disegnato da Blumerandfriends e per la prima volta usata come spazio espositivo, corredati da foto e video che raccontano l’intero processo creativo. In occasione del finissage della mostra, i giocattoli saranno venduti all’asta e il ricavato sarà devoluto a Amani, associazione non profit che da 20 anni si prende cura dei bambini più soli in Kenya e Zambia.

Il progetto nasce da un’idea di Alessandro Guerriero, Sebastiano Ercoli e Alessandro Garlandini de ilVespaio e Linda Ferrari. Hanno aderito i reparti pediatrici dell’Istituto Ortopedico Gaetano Pini, dell’Ospedale Luigi Sacco e dell’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi, la Casa Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano, l’Ospedale Regina Margherita e CasaOZ di Torino. Si sono tenuti anche laboratori presso la Scuola Dadà di Milano, con Officina cambiodidestinazione di Pescara, presso una libreria per bambini di Milazzo con o2 Italia e sono in fase organizzativa altri workshop a  Messina, Torino e Bologna.

The exhibition:

At the TDMEducation – La Balena area, Triennale Design Museum presents Toyssimi exhibition, that showcases the results of the collaboration between 100 children and 100 designers who designed their dream toys at workshops organised by Scuola Tam Tam with the support of ilVespaio in the child hospital wards of Milan and other cities, in family shelters and schools. Every designer filled a suitcase with the most diverse materials, such as rope, wire, mastic, woodsticks, plastic plugs, waste, scraps, then met a child and formed a creative pair. At the workshops, traditional roles disappeared: who is the teacher? Who is the pupil? Who is the designer? And who is the child? During the creative process, designers gave free rein to the children’s creativity. So, their imagination was unleashed and generated unpredictable, amazing results. So, every child came up with a phantasmagorical, amazing, mind-boggling and, above all, a one-of-a-kind toy.

These 100 toys are now showcased at La Balena, an area designed by Blumerandfriends, used as an exhibition venue for the very first time, with photos and videos telling the creative process behind the exhibition. During the finissage of the exhibition, the toys will be put up for auction and the proceeds will be given to Amani, a non-profit organisation that for 20 years has been helping the loneliest children in Kenya and Zambia.

The project is an idea of Alessandro Guerriero, Sebastiano Ercoli and Alessandro Garlandini of ilVespaio and Linda Ferrari. Participating child hospitals include: Istituto Ortopedico Gaetano Pini, Ospedale Luigi Sacco and Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi, Casa Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli e Oftalmico of Milan, Ospedale Regina Margherita and CasaOZ of Turin. Some workshops were hosted by Scuola Dadà of Milan, with Officina cambiodidestinazione of Pescara, a children’s bookshop in Milazzo with o2 Italia, and more workshops are being organized in Messina, Turin and Bologna.

Designer coinvolti / Participating designers

Andrea Alessandri, Andrea Amadio, Enrico Azzimonti, Anna Barbara, Matteo Beraldi, Sara Bianchi e Andrea Zambardi – Atto, Arianna Bionda, Riccardo Blumer, Luisa Bocchietto, Francesca Bonfrate con Gianguido Saracino, Arianna Bordignon e Lucalberto Bordignon, Germana Borzellieri, Alessandra Botto, Andrea Brugnera, Carmen Carlotta, Francesca Casati – C12, Daria Casciani, Piergiorgio Caserini, Stefano Castiglioni, Federico Cavallera, Raffaella Cegna, Fausta Cerizza, Matteo Citterio, Alberto Colzani, Marta Comini, Bernardo Corbellini e Bice Dantona – Internotrentatre Studiocreativo, Claudio Cozzolino, Caterina Crepax con Emanuele Bestetti, Riccardo Curti, Nicoletta De Biasi, Lucia De Monte, Lorenzo De Rosa e Ernesto Iadevaia – Sovrappensiero, Paolo Delponte e Angela Tomasello – UNDUO, Daniela Dente, Marta Di Vincenzo, Anita Donna Bianco, Frida Doveil, Massimo Duroni, Luca Enaia, Stefano Erba, Sebastiano Ercoli, Eva Escoms Estarlich, Alice Evolvi, Francesco Faccin, Simone Fanciullacci e Antonio De Marco – 4P1B Design Studio, Cecilia Felli, Linda Ferrari, Gabriele Fiocco, Pietro Follini, Raffaella Formenti, Maria Fossati, Valeria Francescato e Alessia Pagotto – Sotterranea Officina Sperimentale, Alice Furioso, Galliano Gallo, Alessandro Garlandini, Dario Gaudio, Alberto Ghirardello, Gianluca Giabardo e Livia Rossi – Dossofiorito, Clara Giardina, Marta Giardini, Diego Grandi, Fabio Guida – Mg2 Architetture, Seçil Içke, Susanna Iraci, Vénera Kastrati, Anastasia Kucherova – Stefano Boeri Architetti , Jessica Lagatta, Francesca Lanzavecchia, Dario Lazzaretto, Flavia Lo Surdo, Cristina Lorenzi, Francesca Maccagnan, Gianfranco Maggio e Monica Scardecchia – Studio Pace 10, Abele Malpiedi, Alessandro Marelli, Eliana Maria Lorena , Cristina Mariani, Pierluigi Marzi, Daniela Maurer, Francesca Mezzatesta, Yari Miele, Stefano Mirti, Michela Mombelli, Francesca Morea – Plug Creativity, Tommy Muciaccia, Cinzia Munari, Artun Özguner, Daniele Papuli, Chiara Passigli, Aldo Petillo, Matteo Pont – Boumaka, Lorella Pozzi, Matteo Ragni, Sara Ricciardi, Giovanni Rivolta e Nicoletta Savioni – A4A Design, Fabio Rodaro, Sergio Romeo, Massimo Rosati, Stefano Rucci, Elena Salmistraro, Patrizia Scarzella, Iskra Sguera, Massimo Sirelli, Paolo Spadaccini, Maurizio Splendore, Giulia Stocco, Matteo Suffritti con Anna Rossettini, Sabrina Tajè, Rumiko Takeda, Antonia Teatino, Marco Terranova, Silvio Tidu – Yet Matilde, Raffaella Valsecchi, Nicoletta Veronesi, Valentina Zanardi, Maurizio Zorat.

Le foto dell’allestimento della mostra sono di Gianluca Di Ioia – La Triennale. Le foto dei laboratori sono di Alessia Pagotto, Francesco Cosmai, Luca Orioli e Sebastiano Ercoli.